Oggi che in seguito ai tristi avvenimenti dell’11 settembre nessun evento è troppo esagerato da non poter essere considerato realistico, gli americani non si accontentano più del grande nemico costituito dai russi o da generici terroristi, ma puntano molto più in alto ad un attacco alieno violento e senza apparenti motivazioni alle più grandi città del pianeta. World Invasion è un insieme di  cose già viste in innumerevoli invasioni aliene di cui è stata soggetta la Terra, da quella descritta in La guerra dei mondi a quella altrettanto spietata di Indipendence Day ma il tutto è descritto con gli occhi di un gruppo di marines che ci portano quindi al centro dell’azione come abbiamo visto fare ottimamente in Black Hawk Down da Ridley Scott, con in più in aggiunta un pizzico di District 9.

Ora ci sono due modi per rendere interessante un film del genere, rendere i protagonisti interessanti e arricchirli di particolari e di una storia  personale che li rende unici oppure inventarsi qualcosa di nuovo e di  veramente originale ed imprevisto. Se però regista e sceneggiatore si impegnano dal primo all’ultimo minuto del film per rendere stupida ogni scena allora le cose si fanno veramente tristi.

invasionIl protagonista è il sergente dei marines Michael Nantz (Aaron Eckhart) che  insieme ai suoi uomini si troverà al centro dell’invasione sulla costa occidentale della California. Ho sempre pensato che gli alieni volessero dire prima di tutto paura e mistero per qualcuno che è tanto diverso da noi. Un campo di battaglia urbano con degli attaccanti sconosciuti che si muovono tra le case distruggendo tutto e tutti dovrebbero di per se mettere ansia e paura. Ma sinceramente non ho provato nessuna sensazione del genere, al contrario  di quanto sentito per le strade di Mogadiscio nel film di Ridley Scott. Alcune battute del copione rasentano il ridicolo (ad un bambino sopravvissuto il sergente per fargli coraggio gli dice con molta fantasia che anche lui è un piccolo marines, un ufficiale dice che siamo ovviamente sotto un attacco terroristico, ad un azione del coraggioso sergente si sottolinea che è stato meglio di John Wayne (!), un esperto dice che il livello del mare è diminuito a causa delle macchine aliene, ma come così in poche ore?) e Aaron Eckhart è uno spreco visto che gli basta non recitare per essere credibile nella parte assegnatagli. Anche la scena finale ricorda un particolare di Black Hawk Down che non dico per non svelare troppi particolari. Ok anche noi abbiamo visto quel film, non c’era bisogno di ricordarcelo ogni dieci minuti. Ma in verità forse World Invasion è un continuo ricordarci qualcos’altro perchè di proprio ha veramente molto  poco. Sostanzialmente uno spreco di soldi, e non è questone di eccessivo uso di effetti speciali, è che è proprio brutto il film.