Ammetto di aver iniziato a vedere Spartacus : Blood and Sand abbastanza prevenuto, aspettandomi un telefilm statico e sostanzialmente noioso, forse un pò nello stile delle fiction nostrane. Ma dopo la prima puntata mi son reso conto di trovarmi di fronte a qualcosa di completamente diverso. Forse me ne sarei dovuto accorgere giò solo vedendo che tra i produttori della serie si trovano Sam Raimi, Robert Taper e Steven DeKnight ma purtroppo il timore verso il genere creato dalla produzione locale è difficile da superare.

Spartacus : Blood and Sand si nota inizialmente per un impatto visivo non indifferente, con uno stile che ricorda da vicino 300, film dal quale prende ispirazione non poco dal punto di vista delle scene d’azione veramente spettacolari con sequenze al rallentatore che non hanno molto da invidiare a quelle cinematografiche. La ferocia nei combattimenti e le numerose scene di nudo sia maschile che femminile vengono accentuate e dal punto di vista visivo sono sicuramente di sicuro effetto. Ma il telefilm non si basa solo su questi sistemi per attrarre il pubblico infatti anche la storia è abbastanza complessa e non risparmia colpi di scena grazie soprattutto alle intricate trame messe in moto dagli sceneggiatori.

 In conclusione dopo la prima stagione posso dire di essermi divertito e di essere rimasto piacevolmente sorpreso da questa serie tv. Inutile discutere di realismo della storia o storicità dei fatti, Spartacus : Blood and Sand è spettacolo, e posso dire un ottimo