SSX è finalmente tornato e… porca miseria che spettacolo! Come forse avrete già letto su Eurogamer.it il gioco sfiora la perfezione davvero di un soffio e la qualità complessiva dell’esperienza mi ha stupito. Parecchio.

Con oltre 150 eventi, la longevità è assicurata, e considerando la varietà che li contraddistingue – si passa da classiche gare di abilità a sfide per la sopravvivenza in cui dovremo scampare a terribili valanghe – è davvero difficile che qualcuno possa rimanere deluso dal lavoro svolto da EA Canada.

Il gameplay è come sempre il fiore all’occhiello del brand : immediatoaccessibilefluido  e dannatamente divertente, anche se un po’ difficile da padroneggiare al meglio. I trick eseguibili vi lasceranno spesso senza fiato e alla luce del loro vastissimo numero – legato anche alle differenze tra i vari atleti utilizzabili – scoprirli tutti potrebbe rivelarsi una vera impresa.

Ad arricchire il tutto c’è poi la RiderNet, una sorta di Autolog in chiave invernale che suggerisce gli eventi più adatti al nostro modo di giocare, ci avverte ogni qualvolta un amico supera i nostri risultati, e propone costanti sfide che possano tenere vivo l’interesse anche dopo aver portato a termine la campagna.

In chiave multiplayer manca purtroppo la possibilità di gareggiare direttamente contro altri giocatori, e sebbene questo si traduca in un’esperienza più fluida e priva di pause – niente lobby o matchmaking, solo gare, una dopo l’altra – confrontarsi sempre con dei fantasmi lascia un po’ l’amaro in bocca.

Straordinario sotto tutti i punti di vista: bello da vedere, divertente da giocare e longevo come pochi altri titoli, siano essi del medesimo genere o meno. Provatelo, vi soddisferà in pieno… multiplayer permettendo.

SSX de EA sportultima modifica: 2019-05-20T15:43:24+02:00da goldgame
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation